Sibenik

Sebenico (Sibenik) è una città della Dalmazia settentrionale, situata presso la foce del fiume Krka in un porto collegato al mare da un canale naturale che è il più protetto di tutto l`Adriatico.
E’ la più antica città croata e per 5 secoli fino al 1800 fece parte della repubblica di Venezia. La città non è soltanto il capoluogo amministrativo ma anche il principale centro culturale e economico della provincia e conta circa 40mila abitanti. Sebenico è la sede del più vecchio e più grande teatro di tutta la Croazia.
Qui nacque Nicolò Tommaseo (1802-1874), letterato e linguista insigne, autore fra l’altro del “Dizionario della lingua italiana”.

Fortezza di San Nicola

La fortezza di San Nicola è il primo edificio che si incontra provenendo dal mare ed entrando nel canale che porta alla città di Sebenico. Fu costruita a metà del 16 ° secolo, voluta da un capitano veneziano, comandante di quattro galere, che volle fortificare la città per prepararla nella difesa contro i Turchi, che infatti vista la posizione strategica della fortezza con i suoi 32 cannoni non riuscirono mai a conquistarla. Ci sono altre due fortezze con questo nome e questa forma nel Mediterraneo: una è situata sull’isola di Malta e l’altra a Venezia. La fortezza è visitabile accostandosi al moletto solo se il mare è molto calmo.

Cattedrale di San Giacomo

Eretta tra il 1431 ed il 1535, è il monumento più importante dell’architettura rinascimentale in Croazia. La cattedrale è costruita interamente da pietra calcarea e marmo di Brac, mentre la sua particolarità sta nel fatto che non ha un campanile ma solo una cupola, alta 38m. Deve la sua bellezza all’armonia tra il gotico e gli elementi rinascimentali oltre che ai 72 ritratti di pietra raffiguranti gli abitanti della città all’epoca della costruzione della chiesa. La cattedrale di Sebenico, per il suo grandissimo valore artistico, fa parte del patrimonio mondiale dell’UNESCO. E’ possibile visitare la cattedrale ormeggiando all’ inglese (massimo 1 ora) a pochi metri dalla chiesa sul molo principale.

 

Inviaci la tua richiesta di informazioni compilando il seguente form:

Nome * Cellulare * E-mail *

Messaggio

* campi necessari

Incantevoli Eolie

Le isole Eolie sono un arcipelago di origine vulcanica situato a nord della costa siciliana, costituito da 7 isole disposte a forma di Y, prende il nome dal dio greco Eolo che viveva a Lipari e riusciva a prevedere le condizioni del tempo osservando la forma delle nubi sbuffate dal vulcano attivo.

Le sette isole sono:

Stromboli: Secondo la leggenda, su questo gigante nero che si staglia dal mare, sorgeva la reggia di Eolo.
Con un vulcano in perenne attività, è caratterizzata da spiagge di ciottoli e sabbia nera finissima.
A poche miglia di distanza si trova Strombolicchio, isolotto disabitato ma di estremo interesse naturalistico, sede di un faro alimentato ad energia solare.

 

 


Panarea: è l’isola più piccola dell’arcipelago e in inverno conta poco più di 300 abitanti.
Quella che vediamo è solo una parte dell’isola che anticamente esisteva, in quanto parte di essa è sprofondata
a seguito di un’eruzione vulcanica che ha formato una serie di isolotti.

 

 

 


Salina: la seconda isola per estensione, è la più fertile delle Eolie e
vi si coltivano le uve dalle quali si ricava la “Malvasia delle Lipari” e i capperi,
esportati in tutto il mondo. È stata il set del film “il postino”.

 

 

 


Lipari: logisticamente al centro dell’arcipelago, è la maggiore delle isole nonché la più attrezzata per il turismo.
Ricca di reperti archeologi, alcuni risalenti all’età del neolitico, presenta un paesaggio mozzafiato
dove rocce rosse contrastano con il bianco della colata di pomice striata da tre colate di ossidiana.

 

 

 


Vulcano: deve il nome al dio romano Vulcano, è conosciuta fin dall’antichità per la sua intensa attività vulcanica.
Era l’isola sacra ad Efesto e, secondo la leggenda, l’interno del suo cratere ne ospitava l’officina nella quale lavoravano i ciclopi.

 

 

 

 


Filicudi: isola remota e selvaggia con una flora mediterranea ricca di ginestre, fichi d’india e limoni,
il cui nome deriva dal greco ‘Phoenicussa’, che significa ‘ricco di felci’,
dove la felce è una palma nana che cresceva rigogliosa.

 

 

 


Alicudi: anticamente nota come Ericussa, dal greco ‘ricca di erica’, ha una pianta quasi circolare con coste ripide.
Mancano strade o viottoli per cui per visitarla ci si affida alle proprie gambe o agli asinelli allevati sull’isola.
Dimenticatevi discoteche, pub, negozi, tavole calde e il turismo di massa: Alicudi è un luogo remoto e incantevole dove assaporare la natura.

 

Inviaci la tua richiesta di informazioni compilando il seguente form:

Nome * Cellulare * E-mail *

Messaggio

* campi necessari

Itinerario isole Eolie – crociera in barca a vela

Le isole Eolie, patrimonio dell’UNESCO e affascinante arcipelago con due vulcani ancora attivi, prendono, il nome da Eolo, il Dio Greco del Vento e sono note per le loro incomparabili bellezze costiere e subacquee con i fondali tra i più ricchi di specie marine di tutto il Mediterraneo. Le isole sono l’una diversa dall’altra nei paesaggi e nel carattere, l’ambiente ideale per passare una settimana in barca a vela all’insegna del relax e della spensieratezza

 

 

Sabato: Portorosa
Dalle ore 16,00 alle ore 24,00 Check in
Incontro dell’equipaggio con lo staff di Skipperarmatori presso il meeting point all’interno del porto turistico di Portorosa, trasferimento sulla barca,
assegnazione delle cuccette e breve introduzione sulle norme di sicurezza e convivenza a bordo.

Domenica:  Portorosa  > Vulcano
Salpiamo in mattinata alla volta di Vulcano dirigendoci verso la solitaria spiaggia di sabbia nera di Gelso sul versante meridionale per poi visitare la grotta del Cavallo sulla costa occidentale dove pranzeremo. Ci trasferiremo poi nella baia di levante e scenderemo a terra per fare un bagno nelle sorgenti solfuree nei pressi delle quali pernotteremo.

Lunedì: Vulcano > Lipari
Rotta verso Lipari per visitare le Cave di pomice, i Faraglioni. Nel tardo pomeriggio libera uscita per la visita della cittadina di Lipari e per chi vuole del museo archeologico e vulcanologico.

Martedì: Lipari > Salina
Veleggiata verso Salina e visita a Pollara, piccola frazione dove è stato girato “il postino” di Massimo Troisi, quindi dopo aver fatto il giro dell’isola, faremo acqua a S.Marina e poi pernotteremo nella suggestiva baia di Rinella, dove gusteremo una splendida cena al tramonto.

Mercoledì: Salina > Stromboli
Rotta verso Stromboli e bagno nei pressi di Ginostra nel lato Sud Ovest dell’isola. Nel pomeriggio è possibile organizzare una escursione sul vulcano o ammirare le eruzioni dal mare. Dopo una buona cena in una taverna locale, pernotteremo nell’isola dei gechi.

Giovedì: Stromboli > Panarea
In mattinata visita a Strombolicchio e poi veleggiata verso Panarea dove visiteremo Basiluzzo con la sua vegetazione ricca di palme nane, Calajunco che è una bellissima piscina naturale verde turchese, l’isolotto Lisca Bianca con la famosa grotta degli Innamorati e Lisca Nera. Sosta nella spettacolare baia Milazzese e poi tutti a terra per esplorare l’isola con la sua movida.

Venerdì: Panarea > Portorosa
Partiremo di buon ora in direzione sud verso Vulcano dove giungeremo in una costa molto variegata e ricca di colorazioni rossastre tipiche dell’Isola. Prima di rientrare a Portorosa avremo il tempo di un ultimo bagno presso la spiaggia di Vinci con le sue fumarole. E’ tempo di rientrare, ormeggeremo nuovamente a Portorosa e trascorreremo la serata festeggiando insieme l’ultima notte in barca.

Sabato: Portorosa
Ore 9,00  Check out e sbarco

 

Inviaci la tua richiesta di informazioni compilando il seguente form:

Nome * Cellulare * E-mail *

Messaggio

* campi necessari

Croazia – Parco Isole Incoronate in flottiglia

ISOLA DUGI OTOK, PARCO DI TELASCICA, PARCO NAZIONALE DELLE INCORONATE, PARCO NAZIONALE E CASCATE DELLA KRCKA, ISOLA DI ZUT.

 

Sabato: Zara – dalle ore 16.00
Incontro dell’equipaggio con lo staff di Mariver presso il meeting point all’interno del porto turistico di Zara, trasferimento sulla barca, assegnazione delle cuccette e breve introduzione sulle norme di sicurezza e convivenza a bordo.

Domenica: Zara > Telascica
Salpiamo in mattinata alla volta di Isola Lunga (Dugi Otok) che è l’isola più grande dell’arcipelago di Zara, dalla superficie di 114 km2, con una costa di 180 km. Prima di arrivare nella parte sud-occidentale dell’isola, dove passeremo la prima notte nella baia di Telascica, passeremo per alcune baie nei pressi di Sali, un delizioso paesino di pescatori.

Lunedì: Telascica > Incoronate
Rotta verso sud: visiteremo tutto il parco nazionale delle Incoronate e pernotteremo in una delle numerose baie, dove gusteremo una splendida cena al tramonto.

Martedì: Incoronate > Zakan
Proseguiremo nell’arcipelago delle Incoronate visitando le zone più belle, baiette disabitate, qualche casa di pescatori stagionale trasformata in trattoria dove ceneremo a base di dentici, orate e astici cucinati alla griglia. Pernotteremo nella baia di Zakan.

Mercoledì: Zakan > Skradin
Partiremo di buonora in direzione di Sebenico, per poi risalire il fiume Krka fino ad arrivare nella pittoresca città di Skradin. Nel suo viaggio per le zone di carso da Dinara al mare, il fiume Krka ha creato un canyon di una bellezza stupefacente

Giovedì: Skradin > Pasman
Risaliremo il fiume Krka con il traghetto del Parco fino alle cascate, per fare un bagno. Nel pomeriggio veleggeremo verso l’isola di Pasman dove ormeggeremo in tarda notte. Questa oasi di pace e silenzio rappresenta un rifugio ideale per tutti coloro che vorrebbero sfuggire il tran tran della vita quotidiana. Visiteremo Uvala Zicena e Landin.

Venerdì: Pasman > Zara
L’ultimo giorno, veleggeremo verso l’isola di Rava dove nel primo pomeriggio visiteremo il delizioso paesino di pescatori Mala Rava e in serata rientreremo a Zara.

Sabato: Check out
Lo sbarco è previsto entro le ore 10,00.

 

Inviaci la tua richiesta di informazioni compilando il seguente form:

Nome * Cellulare * E-mail *

Messaggio

* campi necessari

Grecia – Isole Ioniche in flottiglia

LEFKAS, MEGANISI, KASTOS, ITACA, ATOKO, CEFALONIA, SKORPIO.

 

Sabato: Lefkas – dalle ore 16.00 alle 24.00
Incontro dell’equipaggio con lo staff di Mariver presso il meeting point all’interno del porto turistico di Lefkas, trasferimento sulla barca, assegnazione delle cuccette e breve introduzione sulle norme di sicurezza e convivenza a bordo.

Domenica: Lefkas > Maganisi > Kastos
Veleggeremo verso l’isola di Meganisi dove visiteremo la grotta gigante e dopo qualche miglio le due splendide baie dove sosteremo per il pranzo e il bagno. Pernotteremo nella baia principale di Kastos.

Lunedì: Kastos > Atoko > Itaca
Di buon mattino veleggeremo verso l’isola disabitata di Atoko che si trova al centro del canale di Itaca, ormeggeremo in una splendida baia dove i colori del mare non si distinguono dal colore del cielo. Nel pomeriggio dirigeremo la prua su Itaca, isola piena di storia e fascino. Al calar del sole scopriremo le locande greche.

Martedì: Itaca > Sami
Dopo aver rifornito la cambusa partiremo in direzione di Telemaco, la baia più bella dell’isola di Itaca. Nel pomeriggio sosta a Pigadi dove ci attenderanno tre spiagge di color bianco avorio, poi il vento ci accompagnerà fino a Sami (isola di Cefalonia).

Mercoledì: Sami > Fiscardo
Risaliaremo il canale di Cefalonia bordeggiando per circa una dozzina di miglia per arrivare alla baia dell’ulivo a sud di Fiscardo, la Portofino della Grecia, che raggiungeremo nel pomeriggio.

Giovedì: Fiscardo > Vasiliki > Sivota
Attraverseremo il canale che divide Cefalonia da Lefkada, verso il porto Vassiliki. Veleggeremo fino alla baia, in cui potremo ammirare l’acqua di una colorazione turchese da sogno. Passeremo la notte a Sivota, brindando in una delle tante taverne affacciate sul mare.

Venerdì: Sivota > Skorpio > Lefkas
Circumnavigheremo l’isola di Skorpio ora di proprietà dello stilista Armani e quando il vento soffiera’ in modo costante sulle vele, guadagneremo il canale che ci riporterà a Lefkada.

Sabato: Check out
Lo sbarco è previsto entro le ore 10,00.

 

 

Inviaci la tua richiesta di informazioni compilando il seguente form:

Nome * Cellulare * E-mail *

Messaggio

* campi necessari

Croazia – Isole della Dalmazia in flottiglia

ISOLA DUGI OTOK, PARCO DI TELASCICA, PARCO NAZIONALE DELLE INCORONATE, PARCO NAZIONALE E CASCATE DELLA KRCKA, ISOLA DI ZUT.

Sabato: Zara – dalle ore 16.00 alle 24.00
Incontro dell’equipaggio con lo staff di Mariver presso il meeting point all’interno del porto turistico di Zara, trasferimento sulla barca, assegnazione delle cuccette e breve introduzione sulle norme di sicurezza e convivenza a bordo.

Domenica: Zara > Telascica
Salpiamo in mattinata alla volta di Isola Lunga (Dugi Otok) che è l’isola più grande dell’arcipelago di Zara, dalla superficie di 114 km2, con una costa di 180 km. Prima di arrivare nella parte sud-occidentale dell’isola, dove passeremo la prima notte nella baia di Telascica, passeremo per alcune baie nei pressi di Sali, che è un delizioso paesino di pescatori.

Lunedì: Telascica > Incoronate
Rotta verso sud: visiteremo tutto il parco nazionale delle Incoronate e pernotteremo in una delle numerose baie, dove gusteremo una splendida cena al tramonto.

Martedì: Incoronate > Zakan
Proseguiremo nell’arcipelago delle Incoronate visitando le zone più belle, baiette disabitate, qualche casa di pescatori stagionale trasformata in trattoria dove ceneremo a base di dentici, orate e astici cucinati alla griglia. Pernotteremo nella baia di Zakan.

Mercoledì: Zakan > Skradin
Partiremo di buonora in direzione di Sebenico, per risalire il fiume Krka fino ad arrivare nella pittoresca città di Skradin. Nel suo viaggio per le zone di carso da Dinara al mare, il fiume Krka ha creato un canyon di una bellezza stupefacente

Giovedì: Skradin > Pasman
Risaliremo il fiume Krka con il traghetto del Parco fino alle cascate, per fare un bagno. Nel pomeriggio veleggeremo verso l’isola di Pasman dove ormeggeremo in tarda notte. Questa oasi di pace e silenzio rappresenta un rifugio ideale per tutti coloro che vorrebbero sfuggire il tran tran della vita quotidiana. Visiteremo Uvala Zicena e Landin.

Venerdì: Pasman > Zara
L’ultimo giorno, veleggeremo verso l’isola di Rava dove nel primo pomeriggio visiteremo il delizioso paesino di pescatori Mala Rava, e in serata rientreremo a Zara.

Sabato: Check out
Lo sbarco è previsto entro le ore 10,00.

 

Inviaci la tua richiesta di informazioni compilando il seguente form:

Nome * Cellulare * E-mail *

Messaggio

* campi necessari